Il corpo sa tutto

Il corpo sa tutto I racconti di Il corpo sa tutto propongono l arduo percorso dal dolore alla guarigione attraverso una gamma sorprendente di modulazioni Il corpo e la psiche al centro di questi racconti cos attaccato

  • Title: Il corpo sa tutto
  • Author: Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano
  • ISBN: 9788807818981
  • Page: 427
  • Format: Paperback
  • I racconti di Il corpo sa tutto propongono l arduo percorso dal dolore alla guarigione attraverso una gamma sorprendente di modulazioni Il corpo e la psiche al centro di questi racconti cos attaccato al dolore da opporsi alla guarigione, fino a che la liberazione si fa strada a un tratto, accarezzando la mente e alleggerendo il peso della carne A ostacolare la guariI racconti di Il corpo sa tutto propongono l arduo percorso dal dolore alla guarigione attraverso una gamma sorprendente di modulazioni Il corpo e la psiche al centro di questi racconti cos attaccato al dolore da opporsi alla guarigione, fino a che la liberazione si fa strada a un tratto, accarezzando la mente e alleggerendo il peso della carne A ostacolare la guarigione a volte solo la paura di nuovi dolori, di altri ostacoli In Barche un trauma infantile ha bloccato la memoria della protagonista, cancellando il ricordo di un esperienza dolorosa La chiave della liberazione nascosta nello stesso luogo dove giace imprigionato il ricordo del trauma Il tema della memoria e del trauma riaffiora in Farfalla nera una giovane donna rivive un esperienza infantile quando, durante la separazione dei genitori, la madre ubriaca coinvolge le figlie in un party nel giardino Banana racconta l atmosfera disperata ed euforica di questa festa improvvisata con accenti di realismo carveriano per lei insoliti In Le dita verdi, dall atmosfera fiabesca, una nonna chiaroveggente insegna alla nipote il linguaggio delle piante, che quello della cura e dell a I fiori e il temporale, ambientato in Italia tra Sicilia e Toscana, tratta della contiguit tra la felicit e il dolore Per uno dei personaggi, dietro un momento di gioia e spensieratezza in agguato un esperienza di lutto Accettare il distacco della morte significa abbandonare la dimensione dell infanzia ed entrare nella maturit Toni tra il gotico e il dark in La mummia, un racconto attraversato dall ombra di un serial killer, che si trasforma in un inattesa e toccante love story In questi racconti si avvicendano personaggi, storie e ambienti diversi, in paesi esotici o luoghi quotidiani che formano un caleidoscopico paesaggio del Giappone, realistico e insieme visionario, doloroso e vibrante di ottimismo.

    • Á Il corpo sa tutto || ð PDF Read by ↠ Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano
      427 Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano
    • thumbnail Title: Á Il corpo sa tutto || ð PDF Read by ↠ Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano
      Posted by:Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano
      Published :2019-07-12T19:53:29+00:00

    About “Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano

    • Banana Yoshimoto Giorgio Amitrano

      Banana Yoshimoto or is the pen name of Mahoko Yoshimoto , a Japanese contemporary writer She writes her name in hiragana See also Chinese Along with having a famous father, poet Takaaki Yoshimoto, Banana s sister, Haruno Yoiko, is a well known cartoonist in Japan Growing up in a liberal family, she learned the value of independence from a young age.She graduated from Nihon University s Art College, majoring in Literature During that time, she took the pseudonym Banana after her love of banana flowers, a name she recognizes as both cute and purposefully androgynous Despite her success, Yoshimoto remains a down to earth and obscure figure Whenever she appears in public she eschews make up and dresses simply She keeps her personal life guarded, and reveals little about her certified Rolfing practitioner, Hiroyoshi Tahata and son born in 2003 Instead, she talks about her writing Each day she takes half an hour to write at her computer, and she says, I tend to feel guilty because I write these stories almost for fun She keeps an on line journal for her English speaking fans at yoshimotobanana diary.

    830 thoughts on “Il corpo sa tutto


    • Dare poche stelle alla Yoshimoto mi dà la stessa sensazione di consegnare ad una bimba la fetta più piccola di una torta mi dispiace, ma di più non si può. Come sempre la sua scrittura è delicata, soave, e riesce a creare immagini delicate e soavi e tutto è delicato e soave E BASTA. Il primo romanzo della Yoshimoto che ho letto (High and Dry) è stato una boccata di aria fresca; dolcezza e innocenza sono caratteristiche rare, nei libri della mia collezione. Il secondo (Arcobaleno) mi è se [...]



    • Una raccolta di racconti con alti e bassi: alcuni sono deliziosi, altri sono spariti dalla mia mente il giorno dopo: non mi avevano lasciato proprio nulla.In generale credo che il filo conduttore di tutte le brevi storie sia molto presente e deducibile dal titolo, mi sarebbe piaciuto che molte vicende fossero risolte o più approfondite. La Yoshimoto ha la brutta abitudine di lasciare in sospeso tutto, anche quando -a mio parere- non dovrebbe.


    • Decisamente poco significativo.C'è da dire che la Yoshimoto è così evanescente che è difficile che renda nei racconti brevi.


    • Che dire? Era cominciato bene, con ottime premesse e i primi racconti erano davvero interessanti. Poi mi sono accorta che tredici storie sono tante e che sarebbe stato difficile mantenere lo stesso entusiasmo fino alla fine.Nonostante la bassa valutazione, ho intenzione di leggere altro della Yoshimoto; mi piace il suo modo di raccontare le storie, la malinconia sullo sfondo, la dolcezza dei rapporti, la crudezza.


    • Ero sempre stata restia a leggere questa autrice, per via del fatto che ne sentivo parlare sempre bene. Poi una amica lettrice fidata mi ha detto che ne valeva davvero la pena. E da questa raccolta di racconti ho capito che aveva ragione. Spero di avere la possibilità in futuro di recuperare altro dell'autrice.




    • Il pollice verde **** La forza rigeneratrice della natura. A volte penso che per curare veramente noi stessi dovremmo partire proprio da lì, curando quel verde da cui trarre forza.Barca *** Il ricordo di una triste separazione dalla propria madre. Ragionando sai che forse è stato meglio così, ma emotivamente rimarrai sempre la bambina che non avrebbe mai voluto essere abbandonata.Il sole al tramonto *** "Nonostante non ci fosse niente di divertente, un soffio selvaggio di vita mi spingeva ver [...]


    • YOSHIMOTO, Banana: „Mein Körper weiß alles“, Zürich 2010Eine, bei jungen Menschen beliebte junge japanische Schriftstellerin. Sie machte mich neugierig und ich kaufte dieses Buch. Es sind Kurzgeschichten. Dreizehn an der Zahl.• Da erzählt sie von der sterbenden Großmutter, die Pflanzen liebte und sie nach ihrem Tod selbst Gärtnerin wird und eine Nachtbar des Vaters in ein Blumengeschäft ändert.• Von der alkoholsüchtigen Mutter, die sich vom Vater getrennt hat und sie als Kind vo [...]


    • So langsam muss ich mir eingestehen, dass es mir nicht immer gelingen wird, Bücher, die ich mögen will, auch wirklich zu mögen. Mein Körper weiß alles hat so gute Voraussetzungen mitgebracht: Eine japanische Autorin, ein interessanter Klappentext und hochlobende Kritiker_innen-Stimmen (wobei mich “Bücher, in denen Japans Jugend endlich eine Stimme bekommt” [Stern] doch eher stutzig gemacht hat). Aber nun bin ich ein wenig enttäuscht.Als Hauptgrund für mein inneres Stirnrunzeln beim L [...]


    • Questo è il secondo libro della Yoshimoto che leggo, dopo Kitchen. Non è un romanzo ma una raccolta di raccontini, con protagoniste donne! Ne Il pollice verde si parla della scomparsa della nonna; nella Barca del divorzio della madre; ne Il sole al tramonto una ragazza scopre di essere incinta; nella Farfalla nera si parla del divorzio dei genitori e dei bei momenti passati assieme nella fanciullezza; ne Il signor Tadokoro si descrive l'umile presenza di un amico silenzioso; ne Il pesciolino u [...]


    • A differenza di chi mi ha preceduto, voglio spezzare una lancia in favore di questa opera.Premetto che è stata la mia prima lettura della Yoshimoto e che per questo non posso fare confronti con la potenza di certi altri lavori; ad ogni modo ritengo che questa congiuntura mi abbia permesso di farmi un'idea di questa raccolta più autonoma."Il Corpo Sa Tutto" racconta con un viaggio interiore, sensoriale, sensibile, le vicende di 13 protagoniste femminili misteriose, che proprio nella loro condiz [...]


    • Raccolta di storie brevi, tredici per l'esattezza. Tutte con protagonisti femminili, tutte incentrate su una particolare condizione di disagio. Attraverso un viaggio nella memoria, o il verificarsi di una particolare situazione, queste condizioni di disagio psicofisico vengono affrontate, analizzate e superate. Il tutto immerso nella quotidianità nipponica, che si manifesta non tanto nei riferimenti geografici, ma quanto in quelli culturali e nei rapporti sociali tra i personaggi.E' difficile s [...]


    • Onirica, trasognante, struggente ma al contempo viva e pieno di speranza, questa raccolta di racconti tocca le corde più profonde dell'anima lasciando dietro di se' un sapore agrodolce, un sentimento inafferrabile ma intenso che si fatica a imbrigliare in una definizioneudadeare impossibile per me non esserne toccati. Veramente apprezzata


    • Raccolta molto gradevole ma con ben poco da dire. I temi cari alla Yoshimoto ci sono tutti, ma si ripetono uguali a loro stessi, racconto dopo racconto. Ogni storia è indipendente, i personaggi cambiano, eppure la protagonista, nonchè voce narrante, è sempre lei: la Yoshimoto stessa, con i suoi amori fallimentari, il sesso occasionale, una madre più o meno assente, la natura salvifica. Però la forte tendenza autobiografica della raccolta non riesce ad essere un punto di forza, anzi la trasf [...]


    • Die Übersetzung ins Deutsche (oder eher nord-deutsche) war ziemlich erbärmilch zumindest fand ich die wortwahl nicht so überzeugend sogar eher künstlich, wobei ich mich nicht so richtig in die Charactere hineinversetzen konnte. Ausserdem hatte ich auch das Gefühl als ob es immer um die gleiche Person ging obwohl es eigentlich um 13 geschichten individuell voneinander unabhänging gehen sollte Obwohl ich kein so grosser Fan von Banana Yoshimoto bin, werde ich trotzdem noch ein paar ihrer Bü [...]


    • "Sono pochissimi gli amici con cui si possa stare in silenzio.""Come mai succede spesso che delle persone amiche riescano a intuire, da alcuni impercettibili segni, diverse cose che sarebbero dovute restare nascoste? Quando, e come, le hanno sapute, visto che nessuno ha fatto nulla perché le sapessero? è un dubbio che mi ha assalito più volte nel corso della mia vita. è una sensazione simile a quella di chi, in una casa dove è saltata la corrente, va avanti dritto e senza esitazioni lungo i [...]


    • Emozioni e femminilitàIl corpo sa tutto è un capolavoro di delicatezza, di minuziosa cura dei particolari, di eleganza stilistica che solo un giapponese riesce a raggiungere. Un libro straordinario, che sprigiona energia positiva da ogni pagina e persino nelle sensuali descrizioni paesaggistiche, che lasciano trasparire un sentimento forte, puro, autentico.La mia recensione su librisucculenti/2


    • Come spesso succede nelle raccolte di racconti, l'esito è discontinuo. Solo in pochi casi ho ritrovato le atmosfere intime che mi avevano deliziato in Kitchen. La Yoshimoto comunque sa molto bene come creare un clima, delineare una psicologia e aprire una storia al futuro con pochi tratti. Un libro da leggere di notte.


    • Il pollice verde **½Barca **Il sole al tramonto *½Farfalla nera **Il signor Tadokoro **½Il pesciolino *½La mummia **Una sera luminosa *La voce del cuore **I fiori e il temporale **La cucina di papà **½The Sound ofSilence **Equilibrio **


    • Se fosse stato possibile avrei onestamente dato 2.5 stelle. Al termine della lettura si rimane con poco. Nonostante i temi trattati siano di un certo spessore, i racconti sono troppo brevi ed esplorati solo in superficie per poter essere davvero incisivi.


    • Sono una fan della Yoshimoto, ma questa volta sono rimasta delusa I racconti terminano prima di compirsi completamente, e mancano molti degli elementi che fanno di lei una delle mie scrittrice preferite. Unico tra i suoi libri che mi abbia lasciato questo sapore di "incompiutezza".


    • Un libro *bello*, forse è l'aggettivo migliore per descriverlo. Si compone di una decina di racconti, alcuni più memorabili, altri meno, ma in generale tutti ben scritti. L'atmosfera è sempre un po' malinconica, ma non sfocia mai nella tristezza. Bello.


    • I felt the tales were way too short to tell anything. It seemed to me like there were more description than substance, tales of merely two pages or so I think are for another kind of writing and writers. I stopped after5 maybe? because I had the feeling I was reading nothing.


    • IncipitIn treno avevo dormicchiato, e così avevo per metà la sensazione di sognare Il corpo sa tutto incipitmania





    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *